L’asteroide 2012 DA14

26 Mag

Nell’articolo precedente abbiamo iniziato a parlare di oggetti che potrebbero piovere dal cielo, limitandoci a parlare di meteoriti di piccole dimensioni che riescono ad arrivare fino al suolo. In questo caso, abbiamo visto che la probabilita’ che hanno oggetti di peso anche fino ad 1 kg di arrivare a terra, non e’ cosi’ bassa da farci ritenere straordinario il caso avvenuto ad Oslo nello scorso Marzo.

Sappiamo pero’, che, per quanto piccola, esiste una probabilita’ non nulla che il nostro pianeta venga colpito da un asteroide di grandi dimensioni. L’universo e’ ricco di “sassi” che vagano con orbite anche grandissime e un giorno uno di questi potrebbe arrivare a colpire proprio la Terra.

Eventi di questo tipo, possono provocare effetti disastrosi sul nostro pianeta. Sappiamo che, con buona probabilita’, un evento del genere potrebbe aver causato l’estinsione dei dinosauri dal pianeta.

Solo per darvi un’idea, l’impatto di un asteroide di grandi dimensioni puo’ provocare un’esplosione equivalente ad una bomba atomica anche migliaia di volte maggiore di quella di Hiroshima. Per asteroidi di grandi dimensioni, l’effetto non si limiterebbe solo a questo. In caso di impatto in acqua, questo provocherebbe uno tsunami capace di propagarsi fino alle coste con effetti disastrosi, mentre, per un impatto a terra, i detriti che si alzerebbero sarebbero in grado di oscurare la luce del sole anche per mesi, con conseguenze gravi per tutto l’ecosistema Terra.

Il quadro fatto e’ realistico, ma estremamente poco probabile. Psicologicamente, e’ molto facile farsi terrorizzare da eventi di questo tipo, non controllabili e provenienti da chissa’ quale parte dell’universo.

Per il 2012, non poteva certo mancare l’ipotesi dell’impatto con un asteroide di grandi dimensioni. Il caso in questione e’ quello dell’asteroide “2012 DA14”.

“2012 DA14” e’ un ateroide, avvistato per la prima volta agli inizi del 2012, con un diametro approssimativo di 50 metri, un peso di circa 120000 tonnellate, e che potrebbe colpire la terra tra la fine del 2012 e gli inizi del 2013. Tra questo intervallo di tempo troviamo dunque anche il nostro 21 Dicembre.

Questa volta i numeri sono reali ed e’ la scienza a dirci che l’asteroide esiste. Unica cosa leggermente sbagliata che trovate in rete e’ che il punto di minimo avvicinamento (o di contatto) con la Terra, dovrebbe avvenire in realta’ il 15 febbraio 2013, quindi, magra consolazione, non il 21 Dicembre 2012.

Ovviamente niente panico. Al solito, si cerca sempre di esagerare e di amplificare le probabilita’ giocando a favore di ipotesi piu’ o meno distruttive.

Come e’ ovvio, lo spazio intorno alla Terra e’ costantemente tenuto sotto controllo proprio per scongiurare l’ipotesi di collissione con un corpo esterno. Dopo la prima osservazione, l’asteroide 2012 DA14 e’ divenuto un osservato speciale costantemente tenuto sotto controllo.

La determinazione dell’orbita e della traiettoria di oggetti cosi’ lontani non e’ facile. L’osservazione continua del corpo e l’analisi dei dati del moto, consentono di volta in volta di correggere l’orbita prevista per l’asteroide, ricalcolando la probabilita’ di collissione con la Terra. Dico questo perche’, alla prima osservazione nel 2012, la probabilita’ di impatto con l’asteroide era considerata a rischio (circa 1 probabilita’ su 100) ma con una grande incertezza di questo numero, dovuta proprio alla scarsita’ dei dati in nostro possesso.

Grazie alle continue osservazioni dell’asteroide, di volta in volta, la probabilita’ di collissione con la Terra sono scese e sono divenute sempre piu’ precise.

Ad oggi, si calcola che il 15 Febbraio 2013 l’asteroide non colpira’ assolutamente la Terra, ma arrivera’ ad una distanza dell’ordine dei 30000 Km dal centro del nostro pianeta. Considerando che il raggio della Terra e’ di circa 6000 Km, l’impatto puo’ essere scongiurato.

Rappresentazione della Scala Torino

Come detto in precedenza, l’incertezza su questa misura, anche se ridotta e’ sempre presente. Quanto vale? Se la minima distanza e’ di 30000 Km, ma con un’incertezza di 15000 Km, allora l’impatto e’ ancora possibile.

In realta’, il valore dato di 30000 Km (circa) e’, appunto, il valore di minimo avvicinamento. Dalle incertezze attuali, l’asteroide potrebbe passare ad una distanza dal centro della Terra compresa tra 30000 e 60000 Km, quindi abbastanza lontano dalla superficie.

A riprova di questo, l’asteroide 2012 DA14, e’ ormai classificato ad un valore 0 della Scala Torino. Questo metodo serve a classificare gli asteroidi in base alla probabilita’ di impatto con la Terra e alla loro Energia Cinetica, cioe’, per dirlo in modo semplice, all’ordine degli effetti che potrebbero provocare al pianeta. Un valore 0 nella scala Torino, implica che l’asteroide e’ stato ormai classificato come “No Hazard”, cioe’ “non pericoloso”.

Esistono altri oggetti con probabilita’ non nulla di colpire la Terra intorno al 2012? Quanti e quali degli eventi profetizzati per il 2012 sono veramente possibili? Se cercate una risposta a queste domande, leggete Psicosi 2012. Le risposte della scienza.

 

Per chi fosse interessato, c’e’ anche un aggiornamento su questo argomento pubblicato il 18 Novembre 2012:

2012 DA14: c.v.d.

Annunci

16 Risposte to “L’asteroide 2012 DA14”

  1. Tabitha aprile 21, 2013 a 1:20 am #

    In that respect, this item does perform or at the extremely least does not
    make untrue claims.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Incontro “ravvicinato” stasera! « psicosi2012 - luglio 24, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  2. Effetti di un impatto con Nibiru « psicosi2012 - agosto 24, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  3. Palla di fuoco nei cieli del Sud Italia « psicosi2012 - agosto 26, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  4. E se ci salvassimo? « psicosi2012 - ottobre 7, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  5. Meteorite in Inghilterra provoca terremoti? « psicosi2012 - ottobre 19, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  6. E alla fine Nibiru e’ un asteroide « psicosi2012 - novembre 6, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  7. Aggiornamento sull’asteroide Nibiru « psicosi2012 - novembre 8, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  8. 2012 DA14: c.v.d. « psicosi2012 - novembre 18, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  9. 2012, la NASA non smentisce? « psicosi2012 - dicembre 1, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  10. 2013 o ancora piu’ oltre? « psicosi2012 - dicembre 24, 2012

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  11. Attenzione, tra poche ore passa Apophis! « psicosi2012 - gennaio 9, 2013

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  12. 2012 DA14, ci siamo quasi! « psicosi2012 - febbraio 14, 2013

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  13. Pioggia di meteore in Russia « psicosi2012 - febbraio 15, 2013

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  14. Meteorite anche a Cuba e Dark Rift « psicosi2012 - febbraio 16, 2013

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

  15. Nuovi candidati per l’impatto mortale? | psicosi2012 - aprile 18, 2013

    […] – L’asteroide 2012 DA14 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: