Perche’ il mondo dovrebbe finire?

23 Mag

Piu’ volte abbiamo analizzato i diversi punti di vista o le diverse ipotesi a sostegno del 5 o 6 giugno, del 21 Dicembre, o di qualsiasi altra data eletta ad ipotetica fine del mondo.

Molte spesso, anche i fautori di ipotesi catastrofiste ignorano da dove nasce la convinzione che il mondo dovrebbe finire. Tutti sanno che in queste date dovrebbe avvenire il fine del Lungo Computo Maya e suppongono che questo potrebbe portare la fine del mondo o, al limite, un cambiamento radicale dell’essere umano.

Non staremo qui a parlare del Lungo Computo o dell’esattezza o meno della data, anche perche’ questi argomenti sono ampiamente trattati in Psicosi 2012. Le risposte della scienza. Quello su cui vorrei invece riflettere e’: dove i Maya hanno parlato della fine del lungo computo? Esiste uno scritto Maya in cui si narrano gli avvenimenti che dovrebbero accadere alla fine del conteggio dei tempi?

La risposta purtroppo e’ NO! Allora, i Maya hanno un calendario che prevede una fine o comunque un punto di azzeramento del conteggio. Purtroppo, molti libri sacri di questo popolo sono stati distrutti durante l’invasione spagnola e sono andati persi per sempre. La convinzione che la fine del lungo computo dovrebbe coincidere con qualche avvenimento catastrofico nasce da due documenti Maya, e, come sempre accade in questi casi, da una buona dose di fantasia.

Il piu’ importante scritto Maya tramandato fino a noi e’ il cosidetto “Codice Dresda”, un libro di 74 pagine che principalmente tratta argomenti astronomici e sacri. Nel codice e’ possibile trovare ad esempio lo studio dei moti di Venere o dei cicli lunari.Potete trovare tutte le pagine del codice in questo archivio web:

http://www.liquida.it/preview/il-codice-di-dresda/17557627,19768664,19768374,19767172,19768227,17557627/?r=aHR0cDovL3d3dy5saXF1aWRhLml0L2lsLWNvZGljZS1kaS1kcmVzZGEv

Pagina 74 del Codice Dresda

Quello che ha attirato l’attenzione negli ultimi anni e’ il disegno riportato in particolare nell’ultima pagina del codice. Nella raffigurazione si vede un mostro che sputa acqua insieme ad una figura femminile che a sua volta getta acqua utilizzando un vaso. Archeologicamente, il disegno e’ ricco di simboli astrali, in particolare si vedono rappresentati il Sole, la Luna e quella che sembrerebbe essere un eclissi di sole. Secondo alcuni archeologi, nelle raffigurazioni, ma di questo non c’e’ certezza e siamo quindi nel campo delle ipotesi, ci sarebbe rapresentato anche il pianeta Venere.

Proprio da questa ultima ipotesi, nascono le profezie del 5 Giugno. Alla fine del lungo computo, di cui non c’e’ indicazione nel Codice, al passaggio del pianeta Venere ci saranno grandi scoinvolgimenti sulla Terra. Queste catastrofi sarebbero rappresentate proprio dal diluvio e dalla divinita’ che getta acqua sul genere umano, rappresentato dalla figura umana.

Come avete avuto modo di capire, siamo nel campo delle ipotesi, da questo documento non emerge niente di certo. Inoltre, come abbiamo detto in precedenza, nel Codice Dresda non c’e’ nessuna indicazione alla fine del conteggio del Lungo Computo.

Da dove nasce quindi la convinzione che alla fine del Lungo Computo potrebbe accadere qualcosa di unico? L’unica iscrizione Maya in cui compare la data conclusiva del Lungo Computo e’ stata rinvenuta nel sito Maya di Tortuguero. Purtroppo questa iscrizione e’ arrivata a noi in parte distrutta e illegibile. Gli archeologi sono comunque riusciti a tradurre le parti leggibili e la traduzione parla della discesa del Dio Bolon Yokte alla fine del tredicesimo Baktun, cioe’ alla fine del lungo computo.

Iscrizione rinvenuta a Tortuguero

Dal momento che il Dio Bolon Yokte era associato a guerre e carestie, da qui si e’ associata la fine del conteggio Maya con la fine del mondo.

Come vedete, siamo nel campo delle ipotesi. Non esiste un documento Maya che dica che alla fine del lungo computo succedera’ questa o quest’altra cosa. La convinzione nasce collegando, in maniera fantasiosa, diversi documenti non direttamente legati tra loro.

Come era strutturato il calendario Maya? Siamo sicuri che la fine del conteggio arrivi proprio nel 2012? Esistono evidenze di questa prossima fine del mondo? Se cercate le risposte scientifiche a queste domande, leggete Psicosi 2012. Le risposte della scienza.

 

 

 

 

Annunci

8 Risposte to “Perche’ il mondo dovrebbe finire?”

Trackbacks/Pingbacks

  1. Una nuvola che fa pensare alla fine del mondo « psicosi2012 - giugno 14, 2012

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire? […]

  2. Nuova conferma Maya al 2012 « psicosi2012 - giugno 30, 2012

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire […]

  3. E se ci salvassimo? « psicosi2012 - ottobre 7, 2012

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire? […]

  4. Nuovo ritrovamento conferma il 21 Dicembre « psicosi2012 - ottobre 18, 2012

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire? […]

  5. 2012? No, volevamo dire 2116 … « psicosi2012 - novembre 2, 2012

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire? […]

  6. Il 2012 e la profezia Hopi « psicosi2012 - dicembre 16, 2012

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire? […]

  7. 3 Gennaio 2013 … « psicosi2012 - dicembre 27, 2012

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire […]

  8. Ci risiamo: 16 dicembre 2013 …. | psicosi2012 - agosto 28, 2013

    […] – Perche’ il mondo dovrebbe finire […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: