Tag Archives: eclissi

Come seguire il transito di Venere

4 Giu

Visto che ne abbiamo parlato in tantissimi post, vi segnalo un sito della NASA creato appositamente per seguire il transito di Venere sul disco del sole:

http://venustransit.nasa.gov/2012/transit/webcast.php

Basta selezionare la propria area e connettersi in diretta live con l’osservatorio per seguire passo passo il transito di Venere sul disco del Sole.

Come abbiamo detto in questo post:

Pronti al transito di Venere

Gli orari in cui sara’ possibile seguire il fenomeno variano da zona a zona. In Italia, il transito del pianeta sara’ visibile alle prime luci dell’alba, anche se potremo vedere solo la fase finale del passaggio.

Visto il piccolo raggio di Venere rispetto a quello del Sole, il pianeta apparira’  come un piccolo puntino nero sul disco del Sole. L’oscuramento in area sara’ di circa uno 0.1% della superficie del Sole.

Fate attenzione, anche se il fenomeno sara’ visibile alle prime luci del giorno, osservare ad occhio nudo il passaggio potrebbe essere rischioso per la vista. Utilizzate filtri adatti all’esposizione per evitare danni, anche permanenti, agli occhi.

Se non avete lenti con filtri adatti, potete utilizzare un binocolo per proiettare l’immagine del Sole e seguire su una parete il  transito di Venere. In questo sito trovate tutte le istruzioni per costruire il vostro visualizzatore comodamente a casa vostra:

http://www.funsci.com/fun3_it/eclissi/eclissi.htm

Se volete altre informazioni su questo transito o capire se veramente esistono dei richi dovuti al passaggio di Venere davanti al Sole, non perdete Psicosi 2012. Le risposte della scienza.

Allineamenti e Terremoti

24 Mag

In altri post abbiamo gia’ discusso (e smentito) l’ipotesi che vorrebbe il sisma del 20 Maggio in Emilia in relazione con il calendario Maya e con l’eclissi anulare avvenuta quasi in concomitanza.

Trovate le discussioni qui e qui.

Vorrei spendere ancora due parole su questi argomenti, per apprfondire l’eventuale connessione tra le eclissi, o comunque gli allineamenti planetari, ed i terremoti sulla Terra.

Secono alcuni, gli allineamenti tra i pianeti potrebbero essere una delle cause dei terremoti. Vediamo come. Sappiamo che tutti i corpi del nostro universo interagiscono tra loro attraverso la forza di gravita’. Questa forza, dal punto di vista scientifico, dipende dal valore delle masse in gioco ed e’ inversamente proporzionale al quadrato della distanza che separa i due corpi.

La forza di gravita’ e’ quella che determina ad esempio il moto dei pianeti intorno al sole, cosi’ come il moto dei satelliti intorno ai pianeti o il moto di tutti i corpi che popolano il nostro universo.

Anche noi, essendo dotati di massa, subiamo la forza di gravita’, ed in particolare, sulla superficie della Terra subiamo l’attrazione da parte del pianeta stesso. Nel momento in cui ci sono piu’ corpi, la forza risultante su ciascuno di questi e’ una sovrapposizione di quella dovuta ad ognuno degli altri corpi.

A livello del nostro Sistema Solare, la Terra, ad esempio, subisce l’attrazione del Sole (e viceversa) ma ovviamente questa interazione sara’ corretta per l’effetto di tutti gli altri pianeti del sistema Solare stesso. Considerando le masse e le distanze, l’interazione con il Sole e’ quella dominante mentre le altre sono solo delle correzioni minori.

Proprio da queste considerazioni, nascono le teorie che vorrebbero i terremoti sulla Terra legati agli allineamenti tra pianeti.

Il nostro pianeta ha una struttura superficiale composta da zolle che “galleggiano” su uno strato di magma liquido. Ovviamente tutto il sistema subisce l’attrazione gravitazionale da parte del Sole, cosi’ come, ad esempio, l’attrazione con la Luna determina le maree, cioe’ lo spostamento delle masse d’acqua.

Tutto questo sistema e’ in equilibrio, dominato proprio dall’interazione principale che e’ quella con il Sole. Se adesso, tra noi ed il Sole si interpone un altro corpo massivo, come ad esempio un altro pianeta, allora si hanno delle modificazioni all’equilibrio gravitazionale.

Questi effetti modificano l’equilibrio delle placche, provocando degli spostamenti e conseguentemente dei terremoti.

Queste ipotesi sono verosimili ed estremamente interessanti.

La scienza, pero’, non ha ancora trovato una relazione tra questi due fenomeni. Non e’ stata evidenziata in nessun caso una relazione precisa tra il passaggio di un pianeta, o un eclissi, e l’insorgere di un terremoto.

Fisicamente la cosa e’ comprensibile. Come detto in precedenza, la correzione della forza gravitazionale dovuta, ad esempio, ad un eclissi di sole e’ talmente bassa da non dover modificare l’equilibrio delle placche.

A questo punto, pero’, qualcuno potrebbe dire: come mai il terremoto in Emilia e’ avvenuto proprio in concomitanza con l’eclissi anulare di Sole?

Dal momento che ci sono state vittime e gravi danni in Emilia, sembra riduttivo e irrispettoso nascondersi dietro alla casualita’ degli eventi.

Piu’ che di casualita’, in questo caso dobbiamo discutere su quello che ognuno di noi vuole vedere. Prima di andare avanti, voglio mostrarvi la mappa delle ultime due settimane dei terremoti di grado superiore al quarto registrati nella sola Europa:

Mappa dei terremoti in Europa nelle ultime due settimane

Questa mappa ci dice chiaramente che i Terremoti sono fenomeni quotidiani. Come detto in questo articolo, i fenomeni sismici non sono aumentati negli anni, semplicemente la nostra rete di monitoraggio e’ divenuta piu’ capillare e piu’ sensibile. Ogni giorno i sismografi sparsi per il mondo registrano centianai di eventi sismici, piu’ o meno intensi, ed in diverse parti del globo.

A questo punto sembra evidente che, in concomitanza di un qualsiasi evento, anche astronomico, e’ molto facile trovare in coincidenza un terremoto piu’ o meno intenso in prossimita’ del punto di osservazione dell’evento stesso, dalla parte opposta del globo o dove vogliamo vederlo.

Fate sempre attenzione a tutte le teorie che vogliono propinarvi. La nostra fantasia, per non dire speculazione nella peggiore delle ipotesi, puo’ farvi vedere quello che voi volete vedere, ma che in realta’ non esiste.

Se volete approfondire questi concetti o capire la veridicita’ o meno delle teorie sul 2012, leggete Psicosi 2012. Le risposte della scienza.

5 giugno, 6 giugno, 21 Dicembre e non solo

24 Mag

Abbiamo parlato tantissimo nei post precedenti delle date del 5 e 6 giugno, in aggiunta a quella del 21 Dicembre 2012.

Ormai sappiamo bene che per il 5 o 6 giugno e’ previsto il transito di Venere, mentre per il 21 Dicembre sono previsti tantissimi eventi, anche molto diversi tra loro.

Per gli appassionati di queste cose, c’e’ un’ulteriore data da segnare sul calendario, il 13 novembre 2012.

Partiamo dai punti fermi della scienza. Il 13 movembre 2012 ci sara’ un’eclissi solare visibile dall’Oceania e in parte dell’Antartide.

Come abbiamo imparato a ragionare, ovviamente anche un evento del genere potrebbe essere quello profetizzato dai Maya e che tanti stanno cercando di trovare in questo 2012.

Queste convinzioni nascono, al solito, dal fatto che i Maya erano profondi conoscitori ed osservatori del cielo. I transiti di Venere, le eclissi solari e lunari, i cicli lunari, sono tutti eventi ampiamente studiati e documentati dai Maya.

Foto di un’eclissi di sole

Quale eventi migliore di un eclissi di sole per avere la fine del mondo?

Tenete a mente questa data, dopo il 5 giugno si iniziera’ a parlare del 13 novembre, non possiamo certo stare qui ad aspettare il 21 Dicembre senza fare nulla.

Cosa c’entrano questi eventi cosmici con il calendario Maya? Esiste veramente una relazione tra questi fenomeni e la fine del lungo computo? Scopriamolo insieme leggendo Psicosi 2012. Le risposte della scienza

Terremoto del 20 Maggio in Emilia

22 Mag

Scrivo questo articolo, non per parlare di questo avvenimento che ha causato vittime tra la popolazione, ma solo per dare una risposta scientifica alle tante voci apparse in questi giorni che vedrebbero in questo evento una correlazione con il calendario Maya. Molte volte ci si approfitta di qualsiasi evento pur di far notizia, passando sopra i morti, la distruzione e tutto cio’ che, come in questo caso, un terremoto puo’ comportare. Voglio scrivere qualche parola, solo per smentire scientificamente questi ultimi articoli.

Partiamo dall’inizio. Secondo alcuni, l’eclissi di Sole avvenuta il 20 Maggio, e che e’ stata visibile dall’Asia ed in parte dal Nord America, sarebbe stata predetta esattamente nel calendario Maya. Questo in parte e’ vero, dal momento che, come ormai sappiamo, questo popolo aveva affinato una profonda conoscenza del moto degli astri, ed era in grado di predirre, se pur con una incertezza, eventi come le eclissi di Sole.

Una foto dell’eclissi solare del 20 Maggio 2012

Fin qui tutto bene. Approfittando della notizia del Terremoto che ha colpito alcune zone del Nord Italia, alcuni hanno messo in relazione l’eclissi di Sole con il Terremoto, ipotizzando un significato nefasto per questo evento Solare. Sempre secondo questi articoli apparsi in rete, questi sarebbero proprio i primi inconfutabili segni dell’imminente distruzione della Terra, fine che avra’ luogo il 21 Dicembre 2012.

A livello scientifico, non esiste nessuna correlazione tra questi due eventi! A riprova di questo, se prendiamo in esame la lista delle ultime eclissi solari, ci accorgiamo che in quei giorni non sono avvenuti assolutamente eventi nefasti ne tantomeno distruttivi. Dal momento che siamo abituati a parlare e a ragionare avendo in mano dei dati sperimentali, vi riporto la lista delle ultime eclissi di Sole (indipendentemente dal luogo in cui erano visibili) accompagnate anche dalla lista degli eventi piu’ importanti accorsi in quelle date:

– 21 Giugno 2001: emissione del francobollo commemorativo di Frida Kahlo

– 14 Dicembre 2001: papa Giovanni Paolo II indice un giorno di digiuno per i cattolici

– 10 Giugno 2002: NIENTE DI RILEVANTE

– 4 Dicembre 2002: NIENTE DI RILEVANTE

– 31 Maggio 2003: ultimo volo di un Concorde dell’Air France

– 23 Novembre 2003: Rivoluzione delle Rose in Georgia

– 19 Aprile 2004: Partenza della capsula Soyuz TMA-4

– 14 Ottobre 2004: NIENTE DI RILEVANTE

– 8 Aprile 2005:  si svolge il funerale di papa Giovanni Paolo II

Come potete vedere, non mi sembra che ci sia questa “chiara” evidenza che le eclissi solari siano portatrici di catastrofi sulla Terra.

Le eclissi altro non sono che una particolare congiunzione tra pianeti, tale per cui, in alcune parti della Terra, il Sole puo’ apparire oscurato, in tutto o in parte, per un periodo piu’ o meno lungo. Appare dunque evidente, come questi fenomeni e particolari eventi sulla Terra siano completamente scorrelati tra di loro.

Nel prossimo articolo approfondiremo ancora il discorso dei terremoti, facendo alcune considerazioni aggiuntive. Se volete leggere molto altro ancora sul 21 Dicembre 2012 e sul calendario Maya, leggetelo su Psicosi 2012. Le risposte della scienza.