Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni!

25 Nov

Di Curiosity e della missione su Marte abbiamo parlato in diversi post:

Curiosity: scoperta sensazionale?

– Curiosity e gli UFO

– Curiosity e gli UFO: dopo le foto, il video. 

Tutte le volte si cercavano evidenze di forme di vita extraterrestri su Marte e tutte le volte ci si accorgeva che in realta’ le prove potevano essere sbugiardate facilmente.

Ora, finalmente su web si sta diffondendo il perche’ di questo. La rete, attraverso i tantissimi siti catastrofisti e complottisti, ha finalmente trovato la risposta a questa domanda. Non c’e’ nessuna verita’ tenuta nascosta dalla NASA, dalla chiesa, dalla CIA o da misteriosi governanti che operano nell’ombra.

Curiosity non trova i marziani semplicemente perche’ …. non e’ mai andata su Marte!

Ebbene si, non poteva certo mancare questa ipotesi. In questi ultimi giorni, si sta diffondendo la notizia che in realta’ la NASA non ha mai raggiunto il pianeta rosso. Tutte le immagini che ci stanno mostrando sono false e sono scattate sulla Terra.

Ovviamente, una notizia di questo tipo e’ supportata da prove fotografiche “inconfutabili”.

Secondo alcuni il Rover non e’ su Marte, bensi’ in Irlanda:

Curiosity in Irlanda

Secondo altri, Curiosity sta inviando foto dalla Francia:

Curiosity in Francia

Ma quindi Curiosity e’ in Francia o in Irlanda?

Ovviamente in nessuno dei due paesi. Le due foto mostrate sono state pubblicate da semplici utenti su facebook i quali poi prontamente hanno dichiarato di averle create con photoshop elaborando immagini scaricate dalle pagine della NASA. Come potete facilmente immaginare, questo non ha impedito alle foto di fare il giro del mondo.

Pensate di aver finito qui? Assolutamente no.

Esiste un’altra prova inconfutabile, citata da molte fonti, e che non lascia spazio ad interpretazioni. Ecco la foto:

Curiosity in California

Questo e’ il set cinematografico creato appositamente per Curiosity in una zona desertica della California.

Dunque? Ora come la mettiamo?

Aggiungo anche che la foto e’ vera ed e’ veramente stata scattata in California. C’e’ solo un piccolo particolare che la rete omette di citare. La foto risale a circa un anno fa, quando la NASA stava facendo i test di prototipi su diversi terreni e a diverse temperature per verificare la manovrabilita’ e la resistenza dei circuiti elettronici. Come potete facilmente capire, la NASA non ha finito di costruire il rover e poi lo ha spedito senza fare test da qualche parte. A riprova di questo, vi segnalo anche una pagina del JPL con i test:

NASA JPL Curiosity test

Come vedete, anche in questo caso siamo di fronte a prove create appositamente per diffondere notizie false.

Questa storia e’ del tutto simile alla teoria complottista sullo sbarco lunare nel 1969. Quante volte avete sentito dire che l’uomo non e’ mai arrivato sulla Luna? Se circola la notizia che non siamo stati in grado di arrivare sulla Luna, tantomeno possiamo essere arrivati su Marte.

Gia’ che ci siamo, apriamo una piccola parentesi proprio sulla Luna. Cosa c’e’ di vero nelle teorie complottiste che vedrebbero le immagini dello sbarco solo una montatura mediatica?

Ovviamente nulla. Cerchiamo di capire il perche’.

Prima di tutto, vi invito ad una riflessione storica. Sappiamo bene che lo sbarco dell’apollo 11 sulla Luna e’ avvenuto in un periodo molto particolare dal punto di vista politico e sociale. La corsa allo spazio avveniva tra i due grandi blocchi del tempo: gli Stati Uniti e la Russia. L’arrivo sulla Luna rappresentava, nell’immaginario collettivo, il trionfo tecnologico di una cultura sull’altra.

Secondo voi, se ci fossero state prove reali che avessero messo in discussione lo sbarco del ’69, la Russia avrebbe lasciato correre?

Ovviamente la risposta e’ no.

Fatta questa premessa storica, voglio ora discutere un’evidenza scientifica dell’avvenuto sbarco.

Dal punto di vista fisico, la misura dei parametri della Luna, in primis la sua distanza dalla Terra, e’ molto utile per verificare teorie molto importanti tra cui la precessione geodetica, l’effetto Lense-Thirring e per misurare parametri della relativita’ generale.

Un metodo molto utilizzato e preciso per misurare continuamente la distanza Terra-Luna e’ quello del “Lunar Laser Ranging”, cioe’ la misura della distanza mediante fasci laser sparati da Terra.

Come funziona questo metodo?

Per avere una riflessione a Terra, e’ necessario posizionare degli speciali specchi sulla Luna che servono proprio per far riflettere verso di noi il laser. Conoscendo la velocita’ della luce, basta misurare il tempo che il laser impiega per tornare a Terra per avere una misura molto precisa del percorso fatto, cioe’ della distanza tra noi e il nostro satellite. Il principio e’ esattamente lo stesso sfruttato dal sonar, solo che al posto delle onde sonore si utilizzano fasci di luce.

Questi speciali specchi sono chiamati “Corner Cube Retroreflectors”, cioe’ retroriflettori a spigolo di cubo. Questi sistemi hanno una serie di specchi disposti secondo gli spigoli di un cubo ed in cui la luce viene riflessa totalmente. La speciale disposizione degli specchi fa si che la luce venga riflessa esattamente nella stessa direzione da cui arriva. In questo modo, sparando da un punto della Terra, il laser riflesso dalla Luna tornera’ esattamente nello stesso punto dove puo’ essere misurato il tempo. Nella figura si vede la differenza di comportamento ottico tra un CCR ed un normale specchio in cui l’angolo di incidenza e’ identico a quello di riflessione della luce:

Confronto tra la luce riflessa da uno specchio piano e da un CCR

Nel mondo esistono diverse stazioni di Lunar Laser Ranging che raccolgono dati messi a disposizione della comunita’ scientifica.

Perche’ sto parlando di queste misure?

Sulla Luna ci sono diverse stazioni di CCR posizionate proprio per queste misurazioni. Vi mostro una foto molto importante di una di  queste stazioni:

Matrice di CCR posizionata dai membri dell’Apollo 11

Sapete cos’e’? E’ una matrice di CCR posizionata proprio da Neil Armstrong durante la missione Apollo 11 nel 1969.

Se non siamo mai andati sulla Luna chi ha posizionato i CCR?

Capite bene che le teorie complottiste sullo sbarco lunare sono solamente fantasie. Anche in questo caso, creare un castello di ipotesi campate in aria serve solo a far aumentare i telespettatori di trasmissioni TV o i lettori di pagine web. Purtroppo, resta sempre valido il discorso fatto in questi post:

Homo homini lupus

Il complotto del complottista

Come vedete, partendo dalle profezie del 2012, e’ possibile esplorare in modo divulgativo campi della scienza troppo spesso lasciati a siti internet e falsi comunicatori. Per approfondire tutti gli avvenimenti profetizzati per il 21 Dicembre, non perdete in libreria  “Psicosi 2012. Le risposte della scienza”.

Annunci

19 Risposte to “Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni!”

  1. Mirko novembre 26, 2012 a 8:11 am #

    Salve, mi faccia capire cioè tutto quello che si è detto in questi anni di ritrovamenti alieni, contatti top secret con le grandi potenze….. Sarebbero tutte bufale????

    • psicosi2012 novembre 26, 2012 a 9:28 am #

      Salve Mirko,
      non vedo il collegamento tra questo articolo e i ritrovamenti alieni. Qui si parla del fatto che l’uomo sia andato sulla Luna prima e, mediante curiosity, su Marte.

      Riguardo ai ritrovamenti alieni, molta speculazione e’ stata fatta creando una cortina di fumo e un castello di carte. Partiamo dal presupposto che queste teorie attirano sempre l’attenzione dell’opinione pubblica. Ad oggi non esistono prove di ritrovamenti alieni.

      Non confondiamo questo con il credere o meno all’esistenza di forme di vita extraterrestre. La scienza si e’ sempre interrogata su questo punto studiando, ad esempio, la probabilita’ che razze aliene intelligenti possano esistere nell’universo, ma sopratuttto che queste possano entrare in contatto con noi. Questo particolare punto prende in esame argomentazioni non solo scientifiche, ma antropologiche, biologiche e sociali. Pensiamo ad esempio a questo: per poter avere un contatto con queste civilta’, prima di tutto queste devono sapere dove siamo. L’universo, nella sua interezza, e’ pieno di pianeti potenzialmente abitabili. Come fanno a trovarci? Sarebbe molto piu’ difficile che trovare un ago in un pagliaio. Inoltre, questa razza non solo deve esistere, ma deve esistere OGGI. Pensiamo al genere umano. Ci sorprenderebbe sapere che tra 100, 200, o 1000 anni la razza umana si e’ autodistrutta mediante una guerra? Assolutamente no. E se lo avesse fatto una razza aliena? Se questa razza fosse esistita in passato quando noi ancora non eravamo presenti sul pianeta e poi si fosse estinta? E se la razza ci fosse tra 1000 anni quando noi ci saremmo autodistrutti?

      Rispondere a queste domande non e’ affatto banale. Non basta parlare di contatto alieno, bisogna ragionare e contestualizzare il tutto con un discorso molto molto ampio.

      Mi piacerebbe sapere il suo punto di vista su questi argomenti.

      Grazie mille per l’interessante spunto di discussione.

      Matteo

      • Mirko novembre 26, 2012 a 8:51 pm #

        Salve Matteo, beh dipende da dove si vuol partire. Io per esempio sono pienamente convinto che se esistesse una razza aliena nelle “Vicinanze” non vedo perché non debba farsi vedere o tentare di comunicare come noi abbiamo fatto nella ns storia umana tra popoli, quindi penso proprio che siamo molto lontani da un vero e proprio contatto. Se poi parliamo di vera e propria strumentalizzazione da parte dei BOSS del pianeta per giustificare altre cose, siamo veramente ridicoli o meglio forse in effetti abbiamo bisogno di scontrarci con qualcosa che non possiamo fisicamente vedere o toccare non so se hai capito cosa intendo, tu cosa dici

      • psicosi2012 novembre 26, 2012 a 9:49 pm #

        Ho capito bene quello che dici.

        Sono d’accordo con te. Secondo il mio punto di vista prettamente scientifico e’ assurdo pensare che la razza umana sia la sola nell’universo. Ci sono tantissimi pianeti potenzialmente abitabili o in cui si potrebbe formare la vita. Trovo il punto di vista di “unica razza” troppo antico e legato ad una cultura quasi religiosa.

        Partendo dal presupposto della “Vicinanza”, il non aver avuto ancora un contatto, che gli altri lettori non me ne vogliano ma stiamo parlando di un contatto inconfutabile, non supposizioni, mi fa pensare a due cose:

        – Che la distanza tra la noi e la piu’ vicina civilta’ sia troppo elevata
        – Che non siamo ancora riusciti ad incontraci

        Come detto sopra, anche mettendo due popolazioni ad una distanza “raggiungibile” non significa che queste entreranno necessariamente in contatto tra loro.

        Ripeto pero’, non dobbiamo nasconderci dietro un dito pensando di essere l’unica civilta’ nello spazio. Sul fatto di entrare in contatto o meno, il discorso non e’ facile ne tantomeno ovvio.

  2. Lucio93 novembre 26, 2012 a 6:45 pm #

    Le due foto fanno estremamente ridere, anche una persona che non sa nulla di astronomia riconosce che quei paesaggi sono totalmente diversi da quelle stupende immagini che ci regala la nasa -.-

    • psicosi2012 novembre 26, 2012 a 8:42 pm #

      Non credere. Anche io trovo assurdo che documenti cosi’ spudoratamente falsi, facciano il giro del mondo e ci sia cosi’ tanta gente a gridare al complotto.

      Il continuo martellamento a cui siamo sottoposti non fa altro che creare un velo di sospetto, per cui ad ogni minima prova, anche dichiaratamente falsa, si grida allo scandalo.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Ecoradio: domani dalle 8.30 « psicosi2012 - novembre 29, 2012

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  2. Ecco la scoperta di Curiosity « psicosi2012 - dicembre 4, 2012

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  3. Aprile 2013: altro pericoloso allineamento? | psicosi2012 - aprile 1, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  4. Cercasi disperatamente “fine del mondo” | psicosi2012 - maggio 2, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  5. Spettacolo lunare per il 23 Giugno | psicosi2012 - giugno 12, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  6. Orologi atomici e precisione del tempo | psicosi2012 - agosto 25, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  7. La luna si allontana dalla Terra? | psicosi2012 - settembre 13, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  8. La luna si allontana dalla Terra? | Pianetablunews - settembre 16, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  9. Pianetablunews - settembre 16, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  10. Antichi segreti di Marte | psicosi2012 - dicembre 13, 2013

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  11. Scherzi … marziani | psicosi2012 - gennaio 27, 2014

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  12. Luna: quanto c’e’ da scoprire! | psicosi2012 - febbraio 7, 2014

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

  13. La bufala dell’Apollo 20, un evergreen! | psicosi2012 - luglio 10, 2014

    […] – Ecco perche’ Curiosity non trova gli alieni! […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: