Piccolo approfondimento sulla materia strana

23 Nov

Approfitto di questo post per aprire una piccola parentesi puramente scientifica.

Dopo l’articolo:

2012, fine del mondo e LHC

ho ricevuto alcune richieste di utenti che chiedevano maggiori informazioni sui cosiddetti “strangelet”. In particolare, alcuni di voi erano interessati a capire meglio di cosa si trattasse e perche’ sarebbero ipotizzati come potenziali cause di una fine del mondo.

Ovviamente anche in questo caso cerchero’ di mantenere un taglio estremamente divulgativo, cercando di farvi capire con parole semplici di cosa si tratta.

Prendiamo il discorso molto alla larga.

Tutti sapete che la materia e’ composta di atomi. All’interno degli atomi trovate un nucleo centrale e degli elettroni che girano intorno.  Ora, all’interno del nucleo ci sono protoni e neutroni. A loro volta, i protoni ed i neutroni non sono particelle elementari, ma sono formati da quark tenuti insieme dalla forza forte.

In parole povere, abbiamo una sorta di matrioska in cui il nostro gioco termina solo quando arriviamo ai costituenti fondamentali. Con questo si intendono quelle particelle che, ad oggi, non sono formate da “pezzi” piu’ piccoli. Se volete, siamo arrivati ai mattoncini fondamentali che formano la materia.

Il numero di mattoncini fondamentali non e’ elevatissimo, ma distinguiamo tra leptoni e quark.

Cercate di non perdere il filo del discorso. L’elettrone, di cui tutti conosciamo l’esistenza, appartiene alla famiglia dei leptoni. Oltre all’elettrone ci sono il muone, il tau e 3 neutrini, detti a loro volta elettronico, muonico e del tau.

Nella famiglia dei quark, ci sono invece 6 membri che hanno nomi alquanto fantasiosi: up, down, strange, charm, bottom, top. Tradotti in italiano: su, giu’, strano, affascinante, basso e alto.

Tabella riassuntiva dei costituenti fondamentali nel modello standard

Prima di far venire il mal di testa a chi legge, i mattoncini fondamentali che conosciamo sono solo i quark ed i leptoni. Per dirla tutta, a questi si dovrebbero aggiungere anche i mediatori delle forze fondamentali che sono: il fotone, il W, lo Z ed il gluone. Ma questi ultimi non ci servono nella nostra discussione.

La figura riportata ci puo’ aiutare a fissare in mente questi concetti.

Se siete riusciti a leggere fino a questo punto, ora avrete la strada in discesa.

Come detto prima, nel nucleo troviamo neutroni e protoni. Queste particelle, che come anticipato sono a loro volta composte di quark, sono in realta’ formati solo da combinazioni di quark up e down.

Facciamo ora questo ragionamento. Tutto cio’ che ci circonda, noi compresi, e’ formato da atomi. Rileggendo quanto detto, tutto cio’ che ci circonda e’ formato da elettroni e quark up e down (nei protoni e neutroni). La differenza tra i diversi atomi sta solo nel numero di protoni, neutroni e elettroni che abbiamo.

Cosa significa questo? Tutta la materia che ci circonda, e che vediamo intorno a noi, e’ formata solo da 3 particelle fondamentali. E tutte le altre che vediamo nell’immagine dei costituenti fondamentali che fine fanno?

Le altre particelle entrano nei processi di decadimento che osserviamo in natura e che, molto spesso, siamo in grado di riprodurre nei nostri laboratori. Molti di questi, chiamiamoli in modo improprio, “composti” sono instabili, cioe’ dopo un tempo molto breve decadono in altre particelle piu’ stabili.

In condizioni normali, sappiamo che il protone, il neutrone e l’elettrone, che stiamo ora discutendo, sono stabili nell’atomo. La prova di questo ce l’avete guardandovi intorno. Se, ad esempio, il protone decadesse in altre particelle, dovreste vedere la materia scomparire e lasciare il posto ad altro.

Bene, gli strangelets, di cui abbiamo parlato nell’articolo su LHC, altro non sono che stati legati contenenti quark strange. Proprio da questo, si parla di materia “strana”.

Nella teoria degli strangelet, queste particelle potrebbero essere stabili ed interagire con la materia ordinaria, trasformandola a sua volta in materia strana. Da qui la teoria vista per cui eventuali atomi di questo tipo potrebbero trasformare l’intera Terra in un blocco di materia strana.

La confutazione di questa teoria e’ stata gia’ fatta nel precedente articolo. Spero con questo post di essere riuscito a farvi capire meglio di cosa si parla quando si citano gli strangelet e la materia strana in generale.

Solo per completezza, si ipotizza che la materia strana possa essere contenuta all’interno delle stelle di neutroni. Per questi corpi, l’alta densita’ di materia nel nucleo e l’elevata pressione a cui questa materia e’ sottoposta, potrebbero generare stati legati stabili contenenti quark strani.

Parlare di 2012 e profezie per la fine del mondo ci consente di esplorare aree e argomenti della scienza moderna, molto spesso considerati ostici e poco divulgabili al grande pubblico. Per continuare ad analizzare le profezie sul 2012, ma soprattutto a parlare di scienza vera e sempre attuale, non perdete in libreria “Psicosi 2012. Le risposte della scienza”.

Advertisements

12 Risposte to “Piccolo approfondimento sulla materia strana”

  1. Ernesto Giuseppe Ammerata novembre 26, 2012 a 2:58 pm #

    Reblogged this on Ernesto Giuseppe Ammerata.

  2. avalonquest gennaio 17, 2013 a 4:00 pm #

    Salve professore. Mi permetto di dire che la sua illustrazione delle particelle subatomiche è incompleta. Le elencherò con estrema umiltà cosa ha tralasciato.

    Il Bosone di Higgs, responsabile della massa delle particelle mediante il Campo di Higgs.
    Specificare che i Bosoni di Gauge responsabili delle interazioni fondamentali sono loro stessi le loro anti-particelle, visto che si parla di antimateria all’inizio del suo articolo.
    Completare la lista dei Bosoni di Gauge con il Gravitone, responsabile della Interazione gravitazionale.
    Specificare che i Bosoni W- e W+ sono responsabili della interazione nucleare debole solo quando i suddetti bosoni sono caricati elettricamente, da qui il nome “interazione a corrente carica”; e il Bosone Z0, detta interazione a corrente neutra.

    Detto questo ribadisco che la mia non è una critica, ma una specificazione. Ammiro il suo lavoro e non desideravo essere indisponente.

    • psicosi2012 gennaio 17, 2013 a 4:38 pm #

      Assolutamente non lo vedo come una critica, anzi mi fa molto piacere ricevere commenti di questo tipo!

      Ho cercato di fare una descrizione molto semplice senza entrare nello specifico, ad esempio distinguendo tra corrente carica e neutra, o parlando del gravitone, tra l’altro non osservato ancora.

      Il commento e’ molto utile per tutti quelli che vogliono approfondire un passetto in piu’ rispetto alla descrizione di livello-0 data nel post.

      Grazie mille per il commento e per l’interesse in questo blog!

      Un caro saluto,
      Matteo

Trackbacks/Pingbacks

  1. La cintura fotonica! « psicosi2012 - dicembre 14, 2012

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  2. La cintura fotonica! | Antichi Astronauti - dicembre 14, 2012

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  3. La materia oscura « psicosi2012 - dicembre 19, 2012

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  4. Due parole sull’antimateria « psicosi2012 - dicembre 24, 2012

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  5. Antimateria sulla nostra testa! « psicosi2012 - gennaio 17, 2013

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  6. Bosone di Higgs … ma che sarebbe? | psicosi2012 - marzo 25, 2013

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  7. Troppa antimateria nello spazio | psicosi2012 - aprile 5, 2013

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  8. Dafne e KLOE: alte energie in Italia | psicosi2012 - agosto 31, 2013

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

  9. L’universo che si dissolve “improvvisamente” | psicosi2012 - marzo 21, 2014

    […] – Piccolo approfondimento sulla materia strana […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: