Lampi rossi in Danimarca

26 Ago

In diversi articoli abbiamo parlato di strani fenomeni atmosferici che hanno incuriosito e allarmato le popolazioni in diverse parti del mondo:

Una nuvola che fa pensare alla fine del mondo

Altra strana nube, questa volta in Giappone

Nuvole Sismiche

Per quanto non convenzionali, questi fenomeni sono ben conosciuti dalla scienza, ed in particolare dalla meteorologia, e la loro comprensione e origine e’ ben nota.

Qualche giorno fa, Jesper Gronne, un fotografo danese, ha scattato delle foto del cielo in una zona a circa 350 Km dal Mar del Nord, riuscendo ad immortalare qualcosa di veramente particolare.

Jesper Gronne: foto scattata a 350 Km dal Mar del Nord in Danimarca

Nella foto si vedono delle scariche elettriche simili a comuni fulmini, ma creati in una zona di cielo priva di nuvole e con una colorazione rosso acceso.

Cosa sono queste scariche?

Anche in questo caso, siamo di fronte ad un fenomeno gia’ conosciuto dalla scienza e noto con il termine di “Sprite”. Gli sprite sono un fenomeno di natura elettrica che puo’ sprigionarsi negli strati alti dell’atmosfera, fino ad 80 Km da terra. In genere, questo tipo di scariche avviene al di sopra di un fronte temporaleso ed e’ distinguibile dai normali fulmini sia per le diverse colorazioni, sia per l’altezza del fenomeno stesso.

In realta’, questi feomeni non sono molto rari. La loro particolarita’ e’ che generalmente avvengono con tempi molto piccoli, dell’ordine del centesimo di secondo, rendendo molto difficile la loro osservazione ad occhio nudo.

Per capire l’origine degli sprite, basta pensare ad una comune lampada al Neon. Infatti, anche questi sono dovuti alla ionizzazione dell’aria. Se una nube perde uno strato di carica, lo strato restante puo’ creare un forte campo elettrico in grado di accelerare elettroni. L’urto degli elettroni con le molecole dell’aria eccita i livelli e dalla conseguente diseccitazione si ha emissione di luce visibile, appunto gli sprite.La colorazione puo’ andare dal rosso al blu, in base all’altezza a cui avviene la scarica. La diversa pressione atmosferica sulle molecole puo’ infatti spostare la lunghezza d’onda dell’emissione, e quindi la colorazione delle scariche.

Resta da dire che Jesper Gronne e’ un fotografo professionista e la sua posizione era creata anche per cercare di fotografare gli sprite. La foto e’ stata scattata il 15 Agosto di quest’anno ed e’ un successo per questo fotografo professionista dopo anni di tentativi.

Come vedete, anche in questo caso siamo di fronte ad un fenomeno conosciuto e la cui foto e’ stata voluta e fatta appositamente. Anche in questo caso pero’, su alcuni siti questa verita’ inconfutabile e’ stata distorta cercando di spingere le opinioni verso un aumento di fenomeni senza spiegazione per aumentare la convizione che qualcosa di strano stia accadendo sulla nostra Terra. Per continuare ad analizzare questi e moltissimi altri fenomeni, partendo dalle profezie sul 2012, ma spaziando su tutta una serie di eventi sempre attuali, non perdete in libreria Psicosi 2012. Le risposte della scienza.

Annunci

6 Risposte to “Lampi rossi in Danimarca”

  1. Gianluca settembre 30, 2012 a 7:24 am #

    Anche se molte persone sono scettiche anche io ho cominciato da un po’ ad appassionarmi di articoli e notizie riguardanti l’HAARP. Non credo che ciò che mi sia successo sia collegato ad esperimenti militari o ad altro poichè cerco sempre una spiegazione naturale in ogni cosa. Premetto subito che non si è trattato di sprite ma di un fortissimo flash durato pochissimo e che ha illuminato tutto il cielo. In ogni caso volevo raccontarvi uno strano fenomeno che si è verificato a Palermo giorno 29 settembre 2012. Ieri sera ero nel terrazzo di casa mia e ad un tratto nel cielo vi è stato un flash rosso (rosso vivo) che ha illuminato tutto. Una frazione di secondo e vi è stato un abbassamento della tensione della corrente elettrica e poi un mini black out di uno o due secondi al massimo. Sono un appassionato di eventi atmosferici, soprattutto fulmini. A volte succede che la corrente va via quando cade un fulmine ma il flash è di un bianco chiaro o al massimo arancione se il fulmine balena lontano. Ieri sera vi è stato questo lampo di un rosso vivo (anche un bambino da un terrazzo vicino gridava al padre di aver assistito allo strano fenomeno). L’interruzione di corrente ha interessato, credo, tutta la città poichè ho telefonato a persone di diverse zone e mi hanno confermato che la corrente è andata via per un attimo (purtroppo però nessuno mi ha raccontato di avere assistito al lampo poichè era dentro casa o al pc o guardava la tv e non ha notato lo strano fenomeno durato una frazione di secondo all’esterno). Non so se qualcuno abbia magari visto la luce rossa entrare in casa da qualche finestra. Non so poi se il fenomeno ha causato problemi ad apparecchi elettrici o a segnali satellitari; la mia tv, per almeno una mezz’ora abbondante, ha avuto problemi di ricezione. Stavo guardando “Ulisse” e spesso il segnale andava via per poi riapparire.

    • psicosi2012 settembre 30, 2012 a 7:38 am #

      Ciao Gianluca,
      potresti darci qualche informazione in piu’ riguardo le condizioni atmosferiche? Era in corso un temporale? Temperatura indicativa dell’aria? Vento?

      Da quello che dici potrebbe trattarsi di un fulmine di alta intensita’ scaturito da un meccanismo simile a quello degli sprite, cioe’ con formazione di plasma atmosferico. Il rosso indica potrebbe l’alta temperatura della scarica formata.

      La cosa e’ molto interessante. Ti ringrazio per la segnalazione e per le ulteriori info che vorrai darci.

      Grazie mille,
      Matteo

    • Oscar dicembre 12, 2012 a 9:00 am #

      ciao, ieri sera mentre ero ad allenamento di calcio ne ho visti 2 anch’io di questi flash rossi… e come me anche i miei compagni di squadra… e a quanto pare ne sono stati avvistati moltissimi in tutta italia ieri sera… sono sicuro non fosse quello rappresentato nella foto… era proprio una scia rossa che illuminava anche parecchio… non qualcosa che si faccia fatica a vedere ad occhio nudo… la cosa più strana è che non ne danno notizia e pare che nessuno se ne interessi…

      • psicosi2012 dicembre 12, 2012 a 10:38 am #

        Ciao Oscar,
        grazie mille della tua segnalazione.

        Come scritto nell’articolo, gli Sprite non sono un fenomeno rarissimo, soprattutto in questo periodo dell’anno e con la condizioni atmosferiche in corso.

        Potresti darci qualche informazioni in piu’ per capire meglio? Ad esempio, zona di osservazione, condizioni meteo, condizioni ambientali anche approssimative (temperatura, umidita’, ecc).

        Solo per puntualizzare, spesso gli sprite hanno una durata dell’ordine del centesimo di secondo, ma possono verificarsi eventi anche di durata maggiore, fino anche a un secondo. Questo e’ il caso che ovviamente e’ visibile ad occhio nudo, e che potrebbe essere accaduto dalle tue parti.

        Grazie mille per il commento e per le informazioni che vorrai/potrai darci.

        Saluti,
        Matteo

      • Oscar dicembre 12, 2012 a 4:11 pm #

        li ho avvistati in zona Rovigo però fuori città, tutti e due visti provenire da direzione sud… cielo leggermente nuvoloso, non c’era vento, temperatura 0 gradi, umidità non so dire con precisione ma sarà stata attorno al 60%… la durata era attorno al secondo, tenendo conto che hanno illuminato il cielo la luce rossa è rimasta visibile per 2 secondi circa… dimensione circa come un fulmine da temporale… comunque ripeto che sono stati avvistati in tutta italia dalle 18.30 in poi e non credo che le condizioni metereologiche fossero uguali tra il veneto e la sicilia ad esempio…

      • psicosi2012 dicembre 13, 2012 a 9:06 am #

        L’11 Dicembre, c’erano nuvole sparse in diverse parti d’Italia. Questo genere di fenomeni non e’ affatto poco probabile in natura.

        Data la descrizione del fenomeno, le condizioni meteo e i parametri ambientali, molto probabilmente si e’ trattato di sprite, cioe’, come descritto nell’articolo, scariche elettriche simili a quelle delle lampade al neon.

        Tra l’altro, il colore rosso e’ il piu’ frequente proprio a causa della ionizzazione dell’aria e all’intensita’ della scarica che rende questa lunghezza d’onda la piu’ probabile in scariche di questo tipo.

        Spero di essere riuscito a convincerti con la spiegazione.

        Grazie mille,
        Matteo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: